Vittorina Sani è la sportiva dell'anno. Campionessa anche contro il cancro

Il Gran Galà dello Sport premia la campionessa mondiale di Kung Fu che ha vinto la sua battaglia più importante contro il tumore. Premiati dal pubblico: Andrea Devicenzi, Elena Bestagno, Marco Gardini e i Panthers

di Redazione - 16/12/2010

vittorina-sani-michele-soaviAnche quest’anno i migliori atleti della nostra provincia hanno ricevuto gli Sport Awards che rappresentano il massimo riconoscimento che Parma vuole tributare ai suoi campioni, per i risultati raggiunti ma anche per lo spirito sportivo.
Il premio più ambito, “Sportivo dell’anno” è stato consegnato da Michele Soavi, Presidente del Gruppo Comunicare che organizza l’evento, a VITTORINA SANI, campionessa mondiale di Kung Fu a 50 anni dopo aver vinto la sua battaglia più importante: quella contro il cancro.

I campioni del 2010 eletti dal pubblico sono: ANDREA DEVICENZI (Team Endurance Paracycling) miglior atleta maschile, ELENA BESTAGNO (Lavezzini Basket) miglior atleta femminile; MARCO GARDINI (Polisportiva Torrile ciclismo) miglior atleta Under 18; PANTHERS PARMA (Footbal Americano) miglior squadra.

Nel corso della serata sono stati conferiti direttamente dall’Accdemy del Gran Galà dello Sport 4 premi speciali: premio “Team Manager dell’anno” a VITTORIANO GUARESCHI (Ducati Corse); “Miglior Trasmissione Sportiva” a CALCIO & CALCIO, a ritirare Premio, MICHELE ANGELLA conduttore nonché prima firma sportiva di Teleducato; premio “Educazione Sportiva” alla JUNIOR FOOTBALL CLUB.

Particolarmente toccante la consegna del premio come sportiva dell’anno a Vittorina Sani, donna straordinaria che si è avvicinata non più giovanissima allo sport  in seguito alla diagnosi di un carcinoma maligno, un cancro che Vittorina ha sconfitto con uno straordinario spirito di reazione culminato con la vittoria del campionato mondiale di Kung Fu. Il pubblico dell’Auditorium Paganini ha omaggiato Vittorina Sani con una lunga standing ovation, resa ancor più toccante dall’apparizione a sorpresa sul maxischermo del maestro e dei compagni di allenamento che hanno recitato un estratto dei pensieri scritti da Vittorina stessa in seguito alla vittoria della propria sfida con la malattia.

"Anche quest’anno – ha commentato Michele Soavi, Presidente del Gruppo Comunicare – abbiamo portato in scena una grande festa dello sport carica di emozioni e di valori. Premiare una donna straordinaria come Vittorina Sani,  è un onore ma anche un dovere per chi, come noi, non vuole solo valorizzare il merito sportivo ma anche e soprattutto offrire alle nuove generazioni di atleti modelli positivi da seguire”.

LA LETTERA SCRITTA DA VITTORINA
Questa mia storia inizia 5 anni fa, quando mi  è  stato diagnosticato un carcinoma maligno al seno. Cancro,  è  una parola che fa paura ma per me  è  stata di stimolo per un grande rinnovamento. Quando credi di stare per perdere tutto, ti volti indietro e ti chiedi se davvero la vita che hai vissuto era quella che volevi.  E’ in questo momento che si fa strada la consapevolezza che della nostra preziosissima vita non bisogna sprecare nemmeno un secondo perché non siamo qui da sempre e non  ci resteremo per sempre.

Siamo abituati a dare la vita per scontata ma in questi momenti anche la più piccola e banale attività diventa importantissima perché per svolgerla usiamo il nostro limitatissimo tempo, quindi mettiamoci tutto l’impegno possibile come se fosse l’ultima cosa che stiamo per fare. Così ho deciso di mettermi in gioco e ho iniziato a praticare il Kung Fu. E ho scoperto che dentro di noi c’è un grande universo che racchiude tutto ciò che ci occorre: forza, coraggio, umanità, bellezza, armonia. E’ iniziato così il viaggio dentro me stessa.

Viaggio che mi ha portato ai campionati mondiali e alla vittoria di una medaglia che dedico a chi crede di non avere più speranze con l’augurio che come me possa trovare la strada verso la felicità  e la liberazione dalla sofferenza.
 

 

 

Primo Piano: la lettera di Vittorina letta dal maestro e alcuni allievi