Arti cinesi di riferimento

SCUOLA MAESTRO GALLERIA NEWS DOVE_SIAMO AMICI

Lo Shaolin quan e' lo stile della giovane foresta, forse il piu' antico sistema cinese di combattimento, nato tra monaci buddisti millenni fa. E' considerato per alcuni il progenitore di tutti gli altri stili, avendone influenzato in maniera diretta o indiretta la nascita o lo sviluppo. Diretto ed incalzante nell'attaccare, e' caratterizzato da seguenze interminabili di colpi che travolgono le difese avversarie fino a trovarne un punto debole. Talvolta le forme possono essere acrobatiche: l'agilita' e' predominante nello stile.

Il Tang Lang quan e' lo stile della mantide e il Maestro Luigi Tosini e' specializzato nello stile della mantide religiosa delle 7 stelle. La leggenda narra che questo stile sia nato osservando una mantide combattere contro una cicala, e in effetti il modo di combattere di un praticante di Tang Lang ricorda i movimenti di una mantide. Pur privilegiando l’esecuzione di tecniche finalizzate ad un combattimento ravvicinato tra cui molte leve articolari, il metodo di allenamento non trascura lo sviluppo dei calci alti e persino dei calci volanti. La coordinazione e' predominante nello stile. E' presente la pratica di numerose armi tradizionali tra cui la sciabola, la spada, la lancia e l’alabarda.(Il Feng Zhang attinge particolarmente da questo stile)

Il Taiji quan (pratichiamo lo yang) e' lo stile dell'estrema polarita'. E' uno stile interno poiche' si basa sulla fluidita' del movimento piuttosto che la folza fisica. Al contrario di stili che contrastano la forza avversaria (o addirittura cercano di impattare gli arti per produrre danni ossei nelle articolazioni dell'avversario), il taiji invece cerca di seguire le forze che agiscono esternamente a noi e sfruttarle per sbilanciare l'avversario. Per questo motivo, si preferira' deflettere o evitare i colpi piuttosto che pararli mediante bloccaggi. L'equilibrio e' predominante nello stile. Anche questo stile comprende colpi, leve, proiezioni e studia diverse armi, soprattutto la spada dritta a doppio taglio.

Il Pakwa quan e' lo stile degli otto trigrammi, basato sull’utilizzo dei palmi, estremamente dinamico ed evasivo. Viene considerato uno stile interno poiche' il bacino deve, per effettuare i continui movimenti circolari, essere flessuoso in armonia con gambe e braccia. In aggiunta alle tecniche di palmo vi sono quelle di pugno, di calcio, leve, proiezioni e l’utilizzo dei punti vitali che completano il sistema dello stile. La percezione delle distanze e' predominante nello stile. Lo studio del movimento del corpo mette il praticante nella condizione di utilizzare qualsiasi tipo di arma. Le tecniche del Pakwa quan vennero adottate all’interno della dimora dell’Imperatore, nascoste e mai insegnate all’esterno, diffuse solo in seguito. Il metodo è stato tramandato dal fondatore Dong Haichuan.